Sergio_Pugnalin_ritratto_primo_piano
“Un abitatore del Confine, un vero Nomade Glocale…”

[Gaetano Lo Presti, La Stampa]

 

“Sei un Levantino delle Alpi… un Levalpino..!”

[Anonimo Valdostano]

Diplomato in chitarra, si dedica da sempre alla varietà di tecniche e stili incarnati dal suo strumento, con particolare attenzione alle chitarre acustiche e ai repertori tradizionali, sia come performer, che come didatta, oltre che in qualità di pubblicista. Ha raccolto tutte queste esperienze in un progetto articolato, denominato TravellinGuitar Project.

Ha suonato in formazioni e progetti dedicati alla musica nordamericana e latina, alla tradizione irlandese, al repertorio balcanico, al mondo arabo, alla cultura greca, alle tradizioni regionali italiane, alla cultura ebraica, alla musica antica

Tra le varie collaborazioni e produzioni discografiche, la più recente è il CD solista del Progetto TravellinGuitar, dal titolo “Longitude” [E-edizioni, 2013].

Insegnante di chitarra presso svariate scuole, tiene corsi e seminari dal ’93, e dal 2003 è Docente della Cattedra di Chitarra Acustica / Indirizzo etnico presso la SFOM (Scuola di Formazione e Orientamento Musicale) della Valle d’Aosta.

Di prossima uscita il primo Volume della Collana didattica “TravellinGuitar Guides”, ispirata proprio a questa esperienza pluriennale di insegnamento.

È stato per dodici anni Direttore didattico e artistico della Scuola di musica ad indirizzo interculturale “L’Iniziativa Musicale di Rivalta di Torino, istituzione incentrata sulla sperimentazione e ricerca nella didattica musicale interculturale.

In coordinamento con vari enti valdostani e piemontesi, ha dato vita nel 2008 al Progetto CenTrad - Centro di Formazione su Culture, Linguaggi e Tradizioni Musicali, del quale è stato Direttore Didattico e ASergio_Pugnalin_ritratto_con_baglamas_primo_pianortistico, oltre che insegnante di Grammatiche musicali comparate e di Liuti tradizionali. In tale contesto, oltre a corsi permanenti, ha organizzato seminari monografici su diversi linguaggi e culture tradizionali, anche con esperienze in loco – ad esempio a Creta per la musica greca, e in Transilvania per la musica Rom.

Ha inoltre insegnato per vari anni nelle Scuole Secondarie di Primo Grado, e gestito Seminari e Laboratori su svariati argomenti culturali/musicali, anche in forma permanente, in diverse Scuole Primarie e Secondarie del Piemonte e della Valle d’Aosta.

La costante ricerca nell’ambito dei linguaggi musicali tradizionali lo ha portato, inoltre, ad ampliare la gamma strumentale oltre le chitarre, scoprendo ed esplorando il mondo dei liuti tradizionali dell’area mediterranea: mandolino, laoúto, oud, laùd, saz, bouzouki

Ha riunito questa esperienza in un progetto articolato di performance e didattica, intitolato LauTarèa.

Ha sviluppato di recente un progetto di formazione/turismo culturale, denominato Musicherrando, che prevede percorsi di conoscenza ad alcune città del Mediterraneo, con una speciale “declinazione musicale”. In tali percorsi – attualmente attivi a Istanbul, Atene e Fez – si propone, oltre che come organizzatore, quale Mediatore MusiCulturale e guida sul posto.